污到你湿透的多人小黄文Jump to content

Sim-racing.TV lancia il PuntoPro Virtual Trophy

Sim-racing.TV, in collaborazione con DrivingItalia.NET e Driving Simulation Center, lancia il nuovo torneo PuntoPro Virtual Trophy, che oltre a fantastici premi, ti permette di andare in TV su Sportitalia!
PuntoPro Virtual Trophy

Sezione guide & tutorial: una risorsa fondamentale!

Sei disperato come Hakkinen a Monza?
Continui a girare, ma sei lento, vorresti scoprire i segreti della guida veloce ed imparare anche come fare l'assetto alla tua vettura? Corri subito nella sezione guide & tutorial di DrivingItalia.NET!
Sezione guide & tutorial

DISCORD by DrivingItalia: chat testo e voce su tutti i dispositivi

Una vera social-app gratuita, per la chat testo e vocale, molto semplice da usare, via browser, tablet o persino smartphone!
Trovi tutte le informazioni qui sul forum. Ci sono già oltre 1000 utenti attivi sul canale Discord di DrivingItalia, entra anche tu!
Entra in DISCORD

污到你湿透的多人小黄文

  • News

    News - articles

    Pinned / Featured

    Quale PC per il Simracing? Tutto quello che bisogna sapere

    Chiunque abbia la passione per i motori e le corse, prima o poi, finisce per interessarsi di simracing. In questo mondo c’è chi ci è arrivato per scelta, ma anche tutti coloro che, costretti a casa per l’emergenza Coronavirus, hanno dovuto trovare un’alternativa in modo da tenere in vita la propria vocazione per il motorsport.
    In questo periodo di “quarantena forzata” molti piloti di Formula 1, per esempio, hanno dato il buon esempio, creando gare e Campionati che non solo hanno dato spettacolo, ma hanno anche convinto tutti quelli contrari a questa disciplina degli sport elettronici a provare, finalmente, cosa significa guidare una vettura da corsa attraverso un simulatore.?
    Chi vuole avvicinarsi a questo mondo lo può fare nel modo in cui preferisce, anche se il più versatile e completo, tuttavia, rimane sempre il PC. D’altronde, se si pensa che al giorno d’oggi una console da gioco come la PlayStation 4 costa più o meno 300 Euro, mentre un computer gaming (che può fare praticamente tutto) ha un prezzo poco superiore al doppio di questa cifra, possiamo immaginare quale sia il valore aggiunto di una macchina di questo tipo. Ma quale può essere la configurazione migliore per un PC da Simracing, con un occhio di riguardo al proprio portafoglio? Scopriamolo insieme!

    PC DA SIMRACING: SCEGLIERE IN BASE AL SIMULATORE!
    Un PC da Simracing, in fin dei conti, è un PC da gaming, e come tale deve essere costruito in un certo modo. Vi diciamo subito che per avere una macchina efficace ed efficiente nel lungo periodo, è il caso di farsi aiutare da aziende che assemblano computer di professione, in base alle esigenze di ogni singolo cliente.?
    Lasciate perdere le offerte che trovate nei centri commerciali: per quanto possano saltare agli occhi per la presenza di componenti più o meno potenti, sappiate che siete di fronte a PC pre-assemblati, che per forza di cose sono costruiti spingendo di più su un componente… e meno su altri. Stessa cosa per il software di base installato, che per funzionare a dovere deve essere “pulito” da tutte quelle applicazioni inutili che non fanno altro che rallentare il sistema operativo fin dalla prima accensione.

    In ogni caso, la scelta che dovrete prendere nel costruire un PC da Simracing?si dovrà basare essenzialmente sui titoli che andrete ad utilizzare per la maggiore. Rispetto al mondo degli sparatutto o dei MMORPG, i simulatori di guida più gettonati non richiedono delle specifiche di altissimo livello per essere apprezzati in maniera più che dignitosa. Tra i più “pesanti” attualmente i circolazione possiamo prendere come riferimento Automobilista 2 di Reiza Studios, ancora in Early Access, oppure il futuro F1 2020 che uscirà nel mese di luglio.

    Guardando i requisiti consigliati per un’ottima esperienza di gioco, entrambi richiedono una CPU relativamente recente (Intel Core i5 9600K oppure l’equivalente in versione i7), 16 GB di memoria RAM e una scheda grafica capace di supportare le DirectX 12, sulla lunghezza d’onda delle Nvidia Geforce GTX 1660 / RTX 2080 (la funzione RTX?permette alla luce di riflettersi sulle scene di gioco in maniera super realistica)?o dell’AMD RX 590, quindi con a bordo almeno 6/8 GB di VRAM destinata alle prestazioni grafiche.

    PC DA SIMRACING: IL PROCESSORE
    Con specifiche di questo calibro, possiamo stare sicuri che tutti gli altri titoli ora in commercio, da Assetto Corsa Competizione a rFactor 2, da iRacing a RaceRoom, funzioneranno senza problemi ai massimi dettagli. Questi risultati, ovviamente, hanno un prezzo, che comincia ad essere definito dal primo componente da scegliere con cura: il processore. La CPU sarà il cuore del vostro computer e più sarà potente, più sarà in grado di gestire senza incertezze il vostro simulatore preferito. Fondamentalmente esistono due marche di processori differenti: Intel e AMD, rispettivamente con i vari Core i3, i5, i7 e i9 da una parte e con i Ryzen dall’altra.
    Dal momento che esistono processori differenti per differenti fasce di prezzo, vi proponiamo tre classi di CPU che soddisferanno praticamente tutte le tasche. La prima categoria è per coloro che hanno intenzione di costruire un “budget PC” da 800 Euro: in questo caso la scelta è indirizzata verso?il Ryzen 3 3200G (circa 80 Euro), un quad-core che normalmente ha una frequenza di esercizio di 3,6 GHz. In ambito Intel, potremmo consigliarvi anche un i3-9100, che è?leggermente più potente... ma il suo prezzo, purtroppo, sale sui 150 Euro.

    Per un PC più performante, nella fascia di prezzo che parte da 1000 e arriva a 1200 Euro, la scelta può ricadere sul Ryzen 5 3600X oppure sull’equivalente, almeno in termini di prezzo (circa 230 Euro), Core i5-9600K. Entrambi sono processori a sei core, ma mentre il primo ha una frequenza base di 3,6 GHz e può contare su 12 Thread (cioè ha la possibilità di “raddoppiare” i core fisici a sua disposizione con altrettanti virtuali), il secondo parte di base con 3,7 GHz e può essere più facilmente overclockato fino a 4,4 GHz per prestazioni superiori.

    L’ultima categoria è quella per un PC top di gamma da 1500 Euro (e oltre per chi non ha problemi di budget), dove la scelta si alterna tra due soluzioni "normali"?e altre due “senza compromessi”. Le prime due contano l’i7-9700K (380 Euro) e il Ryzen 7 3700X (310 Euro), le altre l’i9-9900K (530 Euro) e il Ryzen 9 3900X (480 Euro).
    Per quanto riguarda le prime due, siamo di fronte a due processori molto simili in termini di frequenze, che si differenziano per il fatto che quello marchiato Intel non ha l’HyperThreading, cioè lo “sdoppiamento” dei core fisici in virtuali. Questo gli dà uno svantaggio nelle operazioni multi-thread, ma un vantaggio in quelle single-core, cioè quelle che prevedono il funzionamento di un’applicazione alla volta (come i nostri simulatori). Le soluzioni “senza compromessi”, invece, rappresentano il massimo che si può attualmente pretendere sul mercato: il processore AMD è un 12 core – 24 thread a 3,8 GHz, mentre quello Intel è un otto core – 16 thread con frequenza?più bassa ma con un’elevatissima capacità di overclocking fino a 5 GHz.

    Qualunque sia la vostra scelta, tenente presente che il processore che acquisterete (soprattutto quelli di fascia alta) difficilmente saprà massimizzare il proprio potenziale con il dissipatore standard che vi verrà fornito. Funzionerà, certo, ma in caso di overclocking sarà un collo di bottiglia non di poco conto. Ecco perché vi consigliamo di munirlo di un dissipatore after-market: sul mercato ne esistono veramente tanti, da quelli più semplici a singola ventola a quelli più complessi con sistema separato di raffreddamento a liquido.?
    A meno che non abbiate esigenze particolari, orientatevi sui prodotti della Cooler Master, della Corsair o della “be quiet!” ad aria: con poco meno di 50 Euro avrete un “air cooler” più efficiente con cui sostituire integralmente quello di serie, senza andare a stravolgere l’intero assetto del vostro nuovo PC.

    PC DA SIMRACING: LA SCHEDA MADRE
    A seconda del tipo di PC che avete intenzione di costruire, dopo il processore dovrete scegliere la scheda madre più opportuna per le vostre esigenze. Questa componente è essenziale perché vi permetterà di effettuare la connessione di tutta la vostra strumentazione da piloti, come volante, pedaliera, visore per la realtà virtuale e cuffie.
    Le schede madri presenti sul mercato oggi sono disponibili in più formati: mini-ITX, per i computer più compatti, micro-ATX, per i mid-tower, e ATX standard, per tutti i PC che avranno un case tradizionale. Tralasciando le prime, vi consigliamo di concentravi sulle altre due categorie, sicuramente le più facili da personalizzare a seconda delle vostre esigenze.

    Oltre a ciò, le schede madri che dovrete prendere in considerazione dovranno essere in grado di ospitare il relativo processore che avete scelto: questo, infatti, verrà installato in una zona particolare della scheda chiamata "socket",?che avrà forme differenti a seconda se ci troviamo di fronte a una CPU marchiata Intel o AMD.
    Dal momento che i processori che vi abbiamo proposto sono tutti di ultima generazione, la scheda madre che dovrete scegliere dovrà rispondere a due socket specifici: LGA1151 per quanto riguarda gli Intel, AM4 per gli AMD. Nel primo caso vi potete orientare su modelli realizzati da Asus, come la Prime Z390-A o le ROG Strix, o da MSI, come la Z390A-PRO, ma anche da Gigabyte e da ASRock. In questo caso la sigla che dovete prendere come riferimento è “Z390”, mentre quella per il socket AMD è “B450”: anche qui i prodotti variano a seconda se sono realizzati da Asus, come la ROG Strix B450-F GAMING, o da MSI, come la B450 GAMING PRO, così come da Gigabyte (B450M DS3H) e da ASRock (B450M PRO4).

    Per quanto riguarda i prezzi, questi variano da meno di 100 fino a poco oltre i 200 Euro, una quota raggiunta solamente dai modelli più pregiati: in questo caso vale la pena provare ad assemblare “virtualmente” il proprio PC utilizzando uno strumento come PC Part Picker, il quale fornirà anche tutti i consigli utili per individuare il prodotto che fa al caso vostro, con tanto di scheda tecnica dettagliata.
    PC DA SIM RACING: LA SCHEDA VIDEO
    Oltre a processore e scheda madre, una componente importantissima di un PC da Simracing consiste nella fondamentale scheda video, quello strumento che garantirà la visualizzazione a schermo di quello che state facendo con il vostro volante. Al giorno d’oggi un buon computer da gioco deve avere un solo obiettivo: mantenere i 60 FPS al secondo in maniera fluida e costante in ogni condizione. Un’ambizione non facile da realizzare, in cui avrà una grande influenza anche il monitor sul quale verrà proiettata l’azione in pista: quanti pollici di diagonale? Full HD a 1080p o addirittura oltre? Frequenza di aggiornamento a 60 Hz o a 144 Hz? E la latenza?

    Tutte domande che proveremo a rispondere in un articolo separato: per il momento vi proponiamo alcune valide alternative con le quali riuscirete a godervi senza problemi qualsiasi titolo di corse attualmente presente sul mercato. La prima scheda video è la storica GTX 1060 da 6 GB, un prodotto sicuramente superato da modelli più recenti ma che è in grado di fare il suo dovere senza troppe incertezze anche sul recentissimo Automobilista 2… ad un prezzo inferiore ai 200 Euro.
    Se preferite il mondo AMD, un valido acquisto è anche la RX 580 da 8 GB, ormai superata a favore della più recente RX 590, che tuttavia ha un costo leggermente superiore (intorno ai 250 Euro). Tornando ad Nvidia, la “vecchia” serie 10 è oggi surclassata dalla serie 16, in cui ci sentiamo di consigliarvi la GTX 1660 SUPER: il suo prezzo è in linea con quello della rivale RX 590, ma può contare su un boost di potenza pari al 15% in più di prestazioni.

    Puntando ancora più in alto, invece, il mondo GeForce la fa praticamente da padrone con la serie RTX, dove spiccano le varie RTX 2060/2070/2080, quest’ultima anche in versione Ti più potente. Siamo di fronte a schede video estreme, che partono con una VRAM da 6 GB per arrivare a quota 11 GB: tutte, ovviamente, costruite sulla base dell’architettura Turing con tecnologia Ray Tracing, in grado di simulare il comportamento fisico della luce con rendering in tempo reale. Qui i prezzi, però, sono tutt’altro che abbordabili: si parte dai 350 Euro della RTX 2060 SUPER fino ai quasi 1.300 Euro (!) per la top di gamma RTX 2080 Ti.
    PC DA SIMRACING: RAM E HARD DISK
    Un’altra componente essenziale è certamente la memoria RAM, da installare nei relativi banchi di memoria della scheda madre. In questo contesto le cose da tenere d’occhio sono due: la velocità della memoria e la sua quantità. Molto spesso, infatti, chi deve scegliere la RAM viene attratto dal “look” delle marche più prestigiose, come Kingston (con le HyperX), Crucial (con le Ballistic), Corsair (con le Vengeance e le Dominator) e G.Skill. Ciò che conta veramente, invece, è la loro capacità di eseguire le molteplici operazioni al secondo che devono svolgere ogni volta che si accende il PC, oltre a gestire le varie applicazioni aperte in contemporanea quando si effettua il multi-tasking.

    Nel nostro caso, una buona scelta è rappresentata dalle DDR4-3200, con un taglio di almeno 16 GB (individuabile in un prezzo da 100 a 150 Euro)?tale quantità vi permetterà di fare praticamente tutto quello che vi serve, anche registrare le vostre peripezie in pista in tempo reale senza notare alcun rallentamento. In alternativa si può optare per il taglio da 8 GB (meno di 100 Euro) che in questo momento è ancora in grado di “tenere testa” alla maggior parte dei simulatori oggi disponibili. Il taglio da 32 GB (oltre 200 Euro), invece, è più rivolto a chi si dedica al video editing professionale,?al rendering o alla modellazione 3D: per il simracing, di conseguenza, sarebbe sprecato.
    Passando all’Hard Disk, un PC da gaming odierno richiede assolutamente un disco allo stato solido (SSD) per funzionare a dovere, soprattutto per ridurre i tempi di caricamento del sistema operativo e l’accesso ai vari programmi che vi sono installati al loro interno. Per la massima prestazione, in realtà, si potrebbe optare per le schede NVMe M.2 da installare nelle porte PCI della scheda madre, con tagli estremamente ridotti al fine di ospitare dentro di esse solamente l’OS.

    Nel primo caso possiamo orientarci sulle proposte Kingston e Western Digital: già con 30 Euro possiamo portare a casa un SSD da 120 GB, mentre con poco meno di 50 Euro la quantità di spazio praticamente raddoppia. Per chi vuole prestazioni e capacità superiori, possiamo consigliarvi il Samsung 860 PRO o il Crucial MX500, entrambi disponibili a meno di 100 Euro, mentre se volete già orientarvi sulla nuova tecnologia degli NVMe M.2 è d’obbligo citare il Samsung 970 EVO: 120 Euro per la versione da 250 GB, 170 Euro per quella da 500 GB.
    Sul disco SSD, ovviamente, il nostro consiglio è quello di installare il minimo indispensabile, cioè il sistema operativo e quei pochi programmi che avete intenzione di utilizzare spesso. Tutto il resto, invece, è meglio conservarlo su un HDD magnetico di tipo tradizionale: in questo settore possiamo trovare facilmente i Western Digital Caviar Blue da 1 TB e Black da 2 TB, così come i Seagate Barracuda e Barracuda Pro. I prezzi? Da meno di 50 Euro a circa 130 Euro per i tagli più grandi.

    PC DA SIMRACING: CASE E ALIMENTATORE
    Tutti i componenti che abbiamo citato, ovviamente, dovranno essere assemblati e contenuti da qualche parte, no? Ecco perché ora vi forniremo qualche consiglio in fatto di “Case”: in questa sezione ciò che veramente importa è trovare un prodotto che garantisca un ottimo ricircolo dell’aria e una buona organizzazione delle componenti interne. Sul mercato, ovviamente, si possono trovare modelli con porte laterali trasparenti e a specchio, che permettono di vedere il nostro PC in funzione, ma anche con sistemi di illuminazione a LED che doneranno un look più gradevole alla nostra “macchina da corsa”.
    I Case, come le schede madri, possono avere forme differenti: esistono gli ATX Full Tower, gli ATX Mid Tower, i micro-ATX e i Mini Tower. In questo caso dovrete capire se il prodotto che avete trovato?sia compatibile con la vostra futura scheda madre, semplicemente verificando la coincidenza del “form factor” tra i due. Tra le marche migliori, vale la pena sottolineare la qualità costruttiva di NZXT, di Fractal Design, di Corsair e di Cooler Master. I prezzi variano da poche decine di Euro per i modelli più economici a cifre molto più cospicue per quelli più pregiati, ma qui la differenza la faranno le vostre specifiche preferenze.

    Assieme al Case, dovrete scegliere anche un alimentatore per dar vita al vostro nuovo compagno di divertimenti: le PSU (Power Supply Unit) che vale la pena tenere sott’occhio sono quelle modulari, che permettono di rimuovere tutti i cavi che non vengono utilizzati e che presentano un rating di efficienza almeno di 80+. Questa componente, infatti, dovrà fornire l’energia necessaria a tutto il resto nella maniera più silenziosa ed efficiente possibile, soprattutto in termini di temperature raggiunte e di dispendio energetico ottenuto durante il funzionamento del PC.
    L’ultimo fattore da prendere in considerazione per un alimentatore è la sua potenza: lasciate perdere i wattaggi inferiori ai 500W e preferite almeno un 550-600W, tenendo presente che gran parte dell’energia verrà spesa per alimentare la scheda video che avete scelto. Per quanto riguarda le marche, prendete la vostra decisione tra Corsair, Cooler Master, Thermaltake ed EVGA. Diffidate da chi vi propone marche mai sentite ma con wattaggi astronomici: nella maggior parte dei casi i valori in campo non saranno reali.

    PC DA SIMRACING: PERIFERICHE E SOFTWARE
    A questo punto il vostro nuovo PC da Simracing è praticamente completo. Mancano solamente le periferiche aggiuntive, come tastiera, mouse e monitor, oltre al sistema operativo sul quale installerete i vostri simulatori preferiti. Nel caso delle prime, orientatevi sui prodotti della Logitech o della Thrustmaster, sinonimo di qualità e affidabilità.
    Per quanto riguarda il monitor, copriremo questo aspetto in un articolo dedicato perché l’argomento è veramente troppo vasto per essere spiegato correttamente in un singolo paragrafo, mentre a livello di sistema operativo la scelta è praticamente obbligata. A meno che non vogliate comprare un MacBook per poi installare Windows come macchina virtuale, dovrete per forza utilizzare il tanto amato/odiato Windows 10, che nella versione Home vi arriverà a costare poco meno di 100 Euro.

    ?
    CONCLUSIONE
    Siamo arrivati al termine della nostra guida sulle componenti da scegliere per assemblare un nuovo PC da Simracing. All’inizio, se vi ricordate, abbiamo preso in considerazione AMS2 o il prossimo F1 2020 come riferimento a cui puntare per scegliere i pezzi migliori che daranno vita alla vostra prossima creazione, ma nulla toglie che il vostro simulatore sia il primo Assetto Corsa, rFactor 2 oppure iRacing.
    Titoli con specifiche decisamente inferiori rispetto ai nuovi arrivati e che, quindi, rendono sensata la presenza della fascia di prezzo da 800 Euro per un “budget PC” da Simracing. Che in realtà di “budget” non ha proprio nulla, perché si tratterà di una macchina di tutto rispetto, capace di durare a lungo e di garantirvi tante ore di divertimento in pista. Le altre due soluzioni, invece, sono la sua diretta evoluzione, che sapranno accontentare anche tutti coloro che cercano la prestazione pura. Non solo tra i cordoli.

    George Russell subito più veloce sul simulatore Williams... grazie al simracing!

    Con il posticipo dell'attuale stagione di Formula 1 a causa dell'emergenza Coronavirus, George Russell, giovane pilota della Williams, si è subito distinto dietro al suo volante virtuale, partecipando con costanza a diversi eventi online con il videogioco ufficiale del Circus iridato F1 2019. Nelle F1 Virtual Grand Prix Series, inoltre, è stato capace di mettere insieme ben quattro vittorie di fila, che gli hanno permesso di conquistare il Titolo di Campione ai danni dei rivali Charles Leclerc e Alexander Albon.
    Un grande risultato per il pilota britannico, che recentemente è tornato al lavoro sul simulatore ufficiale del team di Grove dimostrando, a conti fatti, la grande utilità che l'allenamento nel mondo del simracing ha avuto su di lui. "Ieri sono tornato a lavorare con il simulatore della Williams: è stata la prima volta dalla fine dei test pre-stagionali di?Barcellona, dove avevamo fatto una prova di correlazione con quanto fatto realmente in pista sul Montmelò".

    "Ho chiesto al mio ingegnere di utilizzare lo stesso setup che avevamo trovato in quel test, in modo da vedere qual era il mio livello per poi confrontarlo con quanto fatto qualche mese fa. Nei primi giri avevo tanti secondi da recuperare, ma intorno al 14esimo passaggio sono riuscito ad andare più veloce rispetto al tempo migliore ottenuto nel post-Barcellona e pre-Australia. Sono rimasto scioccato!".
    "Man mano che prendevo il ritmo, ho realizzato che tutte le gare virtuali a cui ho partecipato devono avermi aiutato in qualche modo a mantenere il mio corpo e la mia mente in allenamento. Alla fine è sempre guidare: devi cercare di frenare il più tardi possibile, di portare quanta più velocità possibile all'interno delle curve e di tornare sul gas il più velocemente possibile. Benchè ci abbia messo un po' a riprendere confidenza con le sensazioni di una vera auto da Formula 1 (riprodotta fedelmente con il simulatore Williams), poi sono riuscito a migliorare i miei riferimenti. E' stato incredibile!".
    In realtà, quando Russell ha cominciato a partecipare alle F1 Virtual Grand Prix Series, il suo passo era molto distante dai migliori della classe, così come da piloti ben più esperti che sapevano già utilizzare il videogioco ufficiale Codemasters. Quando, però, ha iniziato a migliorare, è riuscito ad emergere come uno dei più forti del momento. Ma cosa ha veramente imparato dalla sua avventura negli eSports?

    "Ciò che ho imparato è che non devi mai smettere di inseguire un obiettivo. Ho cominciato con il simracing perchè volevo vincere, ma all'inizio ero molto distante dal livello che mi avrebbe permesso di arrivare sul gradino più alto del podio. Nelle prime due settimane ho provato tanta frustrazione: mi stavo impegnando, ma non stavo ottenendo nessun risultato di rilievo. Quel modo di guidare non era naturale per me".
    "Ho cominciato a pensare che sono un pilota vero, non un pilota di eSports: ho cominciato a pensare che non facesse per me, ed ero sul punto di mollare. Poi, un giorno, mi sono alzato è tutto è cambiato. Puoi anche avere talento per fare una certa cosa, ma se non ti alleni non andrai da nessuna parte. Quello che mi è successo prova che puoi fare grandi cose se lavori sodo e ci metti tanto impegno. La lezione più importante? Che bisogna perseverare, sempre".

    Il Campionato Italiano Sport Prototipi diventa anche virtual

    ACI Sport, attraverso la sua commissione ESport riconosce una nuova iniziativa dedicata al Sim Racing. Questa volta si tratta del Campionato Italiano Sport Prototipi Virtuale, un progetto voluto da Wolf Racing Cars, promotore e costruttore del Campionato Italiano Sport Prototipi “reale”. Il ruolo di ACI Esport è quello di garante della qualità e della regolarità dell’evento condividendone l’obiettivo. Organizzatore è la società spagnola Simracing Motorsport che ha replicato il campionato reale in forma virtuale compreso il modello fisico della Thunder che si potrà importare dalla piattaforma Assetto Corsa, il software scelto per la competizione.
    La serie di sei gare previste in calendario prenderà il via il 26 giugno sul circuito del Mugello. I successivi appuntamenti sono ad Imola, Vallelunga, Monza, poi di nuovo Mugello per terminare il tutto ancora sul circuito di Imola il 6 settembre. Le prove di qualificazione per il livello “Amateur” e “Advanced” sono già iniziate il 15 giugno. ? previsto anche un terzo livello, quello “professional”, riservato ai 20 iscritti del Campionato Italiano Sport Prototipi 2020.
    I premi in palio sono test al volante delle Wolf per i non iscritti al CISP e un corso di pilotaggio aereo per gentile concessione di?www.oneair.es.
    Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito web dell’organizzatore:
    https://virtualsimracing.com/it/wolf-sim-racing/
    Per iscriversi
    https://virtualsimracing.com/it/wolf-sim-racing/#carreras
    Per scaricare il modello fisico della Wolf GB08 Thunder:
    https://virtualsimracing.com/it/autos/wolf-GB08-tornado/
    Featured

    Formula Exos Championship: round 3 ore 21,45 live su Grand Prix TV

    Si accendono stasera i motori del nuovo torneo?online?Formula Exos Championship by DrivingItalia, che si disputerà con?Assetto Corsa su PC. Potete seguire la terza?gara in diretta grazie a Grand PRix TV.
    E' disponibile la?descrizione completa?del campionato ed il calendario con le date ed i circuiti. Come al solito il campionato è aperto a tutti i piloti, grazie alla possibilità di prequalifica online e divisione dei partecipanti in due gruppi omogenei, cosi da garantire a tutti divertimento e competizione.
    Correte ad iscrivervi a questo link del forum, seguendo le indicazioni riportate, sono già 23 i simdrivers iscritti!
    Il campionato è sponsorizzato con fantastici premi da Sim Race Components ?

    ?

    Assetto Corsa Competizione disponibile da oggi su PlayStation 4 e Xbox One

    Assetto Corsa Competizione, il gioco ufficiale della GT World Challenge? di SRO Motorsports Group, è disponibile da oggi su PlayStation 4 e Xbox One in formato fisico e digitale, al prezzo di €39.99, pubblicato da 505 Games e sviluppato da KUNOS Simulazioni.
    Coloro che hanno preordinato?Assetto Corsa Competizione?per Xbox One (versione digitale o fisica) e per PlayStation 4 (solo versione fisica) e coloro che lo acquisteranno digitalmente sul PlayStation Store entro il 7 luglio, riceveranno gratuitamente e immediatamente il nuovo Intercontinental GT Pack, il quale amplia l’esperienza di gioco per includere la competizione “Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli”. Tutti gli altri giocatori possono acquistare l’Intercontinental GT Pack alla sua uscita, il 23 luglio, al prezzo di €14,99.
    L'Intercontinental GT Pack per Assetto Corsa Competizione introduce quattro circuiti internazionali - Kyalami Grand Prix Circuit?(Sudafrica),?Suzuka Circuit (Giappone), Weathertech?Raceway Laguna Seca?(Stati Uniti)?e il Mount Panorama Circuit?(Nuovo Galles del Sud).?L’espansione aggiunge inoltre più di 45 nuove livree auto, 30 nuovi team e 50 nuovi piloti, oltre alle nuove modalità di gioco tratte dal vero Intercontinental GT Challenge powered by Pirelli.
    L'arrivo di Assetto Corsa Competizione su PlayStation 4 e Xbox One è solo l'inizio, con un piano di sviluppo post-lancio in corso sia per la versione console che per PC:
    Il DLC GT4 Pack DLC aggiungerà +10 nuove auto GT4. Sarà disponibile a luglio su Steam per PC, e in autunno per PlayStation 4 e Xbox One.
    Il British Pack DLC offrirà 3 nuovi circuiti iconici che completano il calendario delle 7 gare del British GT Championship, sarà disponibile quest'inverno sia su Steam per PC che per PlayStation 4 e Xbox One.
    Assetto Corsa Competizione può essere giocato con i gamepad classici per console e può essere giocato anche con i più professionali e coinvolgenti setup da simulazione racing. 505 Games e KUNOS Simulazioni hanno stretto una partnership con la società Fanatec, leader mondiale nello sviluppo di controller, volanti da corsa, pedali, abitacoli e accessori relativi per le più importanti console di gioco e PC odierni. Per maggiori informazioni su impianti da corsa esclusivi e personalizzati, visitate il sito www.fanatec.com.
    Assetto Corsa Competizione uscirà oggi per PlayStation 4 in versione digitale e fisica anche ad Hong Kong, Taiwan, SEA (pubblicato da GSE) e in Corea del Sud (pubblicato da Digital Touch). Il gioco sarà disponibile in Giappone per PlayStation 4, pubblicato in digitale e fisico da Oizumi Amuzio, nel corso dell'anno.
    Assetto Corsa Competizione è classificato PEGI 3, per tutte le età.
    Per maggiori informazioni su Assetto Corsa Competizione, visitate il sito www.assettocorsa.net.
    Per maggiori informazioni su 505 Games e i suoi prodotti, visitate il sito www.505games.com.
    Assetto Corsa Competizione – Pagine dei negozi digitali
    PlayStation Store: https://bit.ly/3hTScgA
    Microsoft Store: https://bit.ly/3ftCZAF
    Steam for PC: https://bit.ly/3fr1IW9
    ?

    Coppa Predator's: PC010 a Vallelunga

    Appena settimana scorsa si è avviata per Assetto Corsa la Coppa Predator's, competizione composta da appena 4 gare a doppia Manche settimanali, che vede come protagonista la Formula Predator's PC010 e da la possibilità al vincitore di scendere in pista con la PC010 reale della Simracing Motorsport per un Academy-Day addestrativo o in alternativa di portare a casa un set da Simracer? offerto dall'azienda 3Drap in collaborazione con Drivegameseat, che include un Formula RIM SRZ Mod Predator's, il volante realizzato dagli ingegneri di Mercogliano usufruendo dell'esperienza in pista con SRZ ed il campione Adriano Albano, compatibile con basi Thrustmaster e Logitech.
    I partecipanti inoltre hanno avuto modo di accedere in anteprima alla vettura facente parte della Mod Predator's Full Real, che sarà rilasciata completa di entrambi i modelli di monoposto formative costruire dall'emiliano Corrado Cusi a settembre, con il lancio delle Predator's E-Racing Series.
    La competizione, che anticipa il via della stagione reale della Formula X Italian Series e dei campionati Predator's, ha preso il via dal Circuito di Magione, dove oltre 30 atleti tra Simracer e piloti hanno dato vita ad un grande spettacolo, che continuerà questa sera sul Circuito di Magione, dove sulle vetture debutterà il cambio a rapporto lungo, che grazie all'aumento dei denti su pignone e catena permetterà alle monoposto di toccare i 200 km/h. La diretta verrà trasmessa a partire dalle 21:00 su PitlaneTV.
    ?
    ?

    Dirt 5: i primi video del gameplay in esclusiva!

    Come è successo per il sempre più atteso F1 2020, oggi anche il prossimo titolo di rally Made by Codemasters, DiRT?5, è stato rilasciato in versione beta: una pre-release che è stata prontamente messa sotto i ferri dai più noti YouTuber del settore, che hanno sfornato i primi video di gameplay che potete gustare qua sotto. Il risultato, anche se al momento relativo ancora a un prodotto in fase di testing, sembra però decisamente buono: che ne dite?
    ?
    • By Giulio Scrinzi
    • 150 views
    • 0 comments

    Euro Truck Simulator 2 completa il nuovo ponte di Genova virtuale

    Grande successo per l'iniziativa lanciata da SCS Software su?Euro Truck Simulator 2 per la realizzazione ed il completamento virtuale del nuovo ponte di Genova. Sono stati oltre 100mila?i giocatori che, seguendo il tag?#OperationGenoaBridge, hanno collaborato con i loro camion al trasporto di tutti i mezzi e materiali necessari per la realizzazione virtuale, a tempo di record, della nuova ed avveniristica opera ingegneristica, che anche nella realtà dovrebbe essere inaugurata in breve tempo.
    ?



    ADAC SimRacing Expo 2020 in veste digitale dall'11 al 20 dicembre

    Come accaduto nelle precedenti edizioni, l'ADAC SimRacing Expo avrebbe dovuto tenersi quest'anno dal 4 al 6 settembre sul circuito del Nurburgring... ma a causa degli effetti della pandemia Coronavirus i piani della grande kermesse dedicata al mondo della guida virtuale sono stati cambiati. In risposta a quanto accaduto questi mesi, l'ADAC SimRacing Expo 2020 si svolgerà per la prima volta in maniera completamente digitale, con eventi dedicati che avvicineranno tutti gli appassionati dall'11 al 20 dicembre 2020.
    "A causa delle circostanze attuali, quest'anno sfortunatamente non è possibile per noi tenere il nostro tradizionale evento sul circuito del Nürburgring. Tuttavia, abbiamo?escogitato un'alternativa per una variante puramente digitale",?ha dichiarato Marc Hennerici, amministratore delegato di ADAC Travel & Event Mittelrhein GmbH. A dicembre, quindi, tutti i fan del simracing saranno chiamati all'appello nella prima edizione "digital" di questa kermesse, che potrà contare innanzitutto sulle due classiche competizioni del SimRacing Trophy e dell'ADAC Digital GT500.
    Ma non è tutto: l'ADAC SimRacing Expo 2020 in versione "digitale" sarà arricchito?anche da un programma di contenuti motoristici, guidato da Kevin Rohrscheidt, pilota automobilistico e giornalista, a partire dal mese di ottobre. In questo modo gli appassionati potranno divertirsi con tutorial, interviste e test di nuovi prodotti provenienti dai principali produttori del mondo simracing. Inoltre, per ridurre i tempi di attesa fino a dicembre, gli organizzatori?stanno avviando un nuovo portale Web con il supporto della comunità Keeponracing.de, che può essere raggiunto alla fine di settembre su www.simracing-unlimited.com. Qui si potranno trovare articoli, editoriali, relazioni e video interessanti sul mondo del simracing, adatto sia ai principianti che ai professionisti.

    • By Giulio Scrinzi
    • 127 views
    • 0 comments
    Featured

    AC Competizione: round 4 a Suzuka della GT Series Season 3 [22 Giugno ore 21,30]

    Sono pronti i?motori virtuali del nuovo campionato online?GT Series Season 3 by DrivingItalia, che si disputerà con?Assetto Corsa Competizione su PC.?
    Questa sera alle 21,30, con la diretta curata da Grand Prix TV, si prosegue dal circuito di Suzuka, per una appassionante 6?ore virtuale!
    E' disponibile il regolamento completo del campionato ed il calendario con le date ed i circuiti. Potete?iscrivervi a questo link del forum, sono già 31?i simdrivers pronti a scendere in pista!
    Il campionato è sponsorizzato con fantastici premi da Sim Race Components ?

    ?
    • By VELOCIPEDE
    • 3,404 views
    • 2 comments
  • Who's Online  15 Members, 0 Anonymous, 103 Guests(See full list)

    • ferrarisman
    • faustop
    • Gambero
    • mcigno
    • Matteo Luvisi
    • stroliko
    • lukas1133
    • NitroGiux
    • Filippo Tellone
    • Riccardo Rabitti
    • bito
    • rubbon
    • gabrieldck
    • Mariorss
    • Corrado Bin
×
×
  • Create New...

污到你湿透的多人小黄文

By using this site, you agree to our Terms of Use.